Calcolatore esposizione per pinhole

Ciao a tutti…
In questi giorni mi sto interessando a un nuovo progetto, e sicuramente ve ne parlerò prossimamente, e poichè mi serviva calcolare il tempo di esposizione della carta fotografica montata nella pinhole, ho fatto delle ricerche; ho trovato questo calcolatore molto valido, e da alcune prove effettuate, devo ritenere anche abbastanza preciso.
L’autore è Riccardo Gazzarri  e nel suo sito potete anche fare il download sia in formato pdf che in formato Word. Inoltre è disponibile anche la pagina delle istruzioni (li trovate qui).
Istruzioni uso Regolo Calcolatore Esposizioni
Il regolo è stato studiato per aiutare a trovare la giusta esposizione da dare ad una pellicola utilizzando un apparecchio a foro stenopeico.
Per la lettura iniziale occorre in ogni caso un esposimetro o un apparecchio dotato di esposimetro interno che renda visibili una coppia tempo diaframma.
Per determinare l’esposizione operare nel modo seguente:
• Prendere la lettura esposimetrica sul soggetto da riprendere con un apparecchio reflex. Si otterrà, per esempio, la coppia 1/125 – f8.
• Riportare la coppia trovata sulle scale esterne del regolo ruotando le 2 parti in modo da far coincidere i 2 valori.
• Se la pellicola impiegata nell’apparecchio a foro stenopeico ha la stessa sensibilità per la quale è tarato l’esposimetro dell’apparecchio reflex con il quale abbiamo fatto la lettura, il tempo di esposizione verrà letto in corrispondenza del diaframma equivalente del foro stenopeico. Per esempio con un diaframma equivalente di f360 otteniamo 15 secondi.
• Se la pellicola impiegata ha sensibilità diversa bisogna:
• Vedere qual è il valore luce EV corrispondente alla lettura fatta con l’apparecchio reflex. Il valore si legge sulla scala interna in corrispondenza della sensibilità per la quale è tarato l’esposimetro. Supponendo di aver l’esposimetro della reflex tarato su 100 ISO avremo, per la coppia 1/125 – f8, un valore EV di 13
• Ruotare le 2 parti del regolo in modo da far coincidere il valore 13 EV con la sensibilità della pellicola utilizzata nell’apparecchio a foro stenopeico. Supponendo di utilizzare una pellicola fotomeccanica con rapidità di 6 ISO faremo coincidere il 13 EV con 6 ISO.
• Sulle scale esterne troveremo tutte le coppie tempo diaframma equivalenti per la sensibilità di 6 ISO. Con il nostro foro f360 otterremo un esposizione di 4 minuti.
• Se si utilizza un esposimetro esterno si può direttamente inserire il valore luce EV in corrispondenza della sensibilità della pellicola utilizzata. Sulle scale esterne avremo tutte le coppie equivalenti.
Attenzione: il regolo non tiene conto del difetto di reciprocità della pellicola. Per le correzioni da fare per tempi di esposizione maggiori di 1 secondo consultare i fogli tecnici della pellicola utilizzata.
Il diaframma equivalente per un apparecchio a foro stenopeico si calcola con la formula:
valore diaframma = distanza tra piano pellicola e foro in mm : diametro del foro in mm
(Riccardo Gazzarri)
Queste sono le foto relative alla realizzazione; ho stampato il tutto su cartoncino da 160 gr. nei colori binaco e giallino… così, combinando un disco bianco con uno giallo si ottiene maggior visibilità… e si ottengono due calcolatori….

IMG_0333 (Custom)

IMG_0335 (Custom)

IMG_0336 (Custom)

IMG_0337 (Custom)

IMG_0338 (Custom)

IMG_0339 (Custom)

IMG_0341 (Custom)

IMG_0342 (Custom)

IMG_0343 (Custom)

IMG_0344 (Custom)

IMG_0351 (Custom)

IMG_0352 (Custom)

2406 Total Views 3 Views Today