Selfie con banco ottico

Follow on Bloglovin
facebook
Logo Twitter
flickr-logo
– Selfie con banco ottico
Ciao a tutti e ben ritrovati.
Il tema di oggi prende spunto da una discussione semiseria avvenuta durante una giornata con la “Sardinian Camera”, davanti a persone affascinate da questo modo di fotografare.
Naturalmente quando mi vedono armeggiare con codesta camera le battute si sprecano, e si va da quante foto a “raffica” riesco a fare, a “come funziona l’autofocus”, o anche se riesco a fare i filmati H.D.
Ovviamente sono battute simpatiche dette per ridere, ma una di solito non manca mai: – ma si possono fare i selfie?
Quando rispondo affermativamente c’è sempre qualcuno che la prende come battuta, per poi restare stupito, perchè in effetti, i selfie si possono fare eccome!
Dopotutto sono ormai noti alcuni selfie della preistoria fotografica, realizzati prorpio con banchi ottici o fotocamere grande formato. E la “Sardinian Camera è a tutti gli effetti, sia un banco ottico, che una camera grande formato.
Qua sotto potete vedere due dei selfie più famosi, e subito dopo ci sono due esempi di selfie da me realizzati durante alcune prove di scatto. Ovviamente per poterli fare bisogna usare il comando remoto lungo almeno 50 centimetri, e riuscire a stare fermi per almeno 4 secondi: questo è infatti il tempo che ho dovuto usare per queste foto.
Nel salutarvi vi chiedo sempre di fare una visitina su fotografismo, magari facendolo conoscere ai vostri amici, e non dimenticate che mi trovate anche su Facebook, e potete arrivarci col pulsante in alto a sinistra.
Ciao!
selfie 1

Robert Cornelius eseguì il primo autoscatto fotografico nel 1839, proprio alla nascita della fotografia

selfie 2

E questo selfie di gruppo è del 1920

Scan-0001 (Custom)

Il mio primo selfie in negativo…

Scan-0001-a (Custom)

… e qui lo stesso in positivo.

Scan-0001-pos. da scansione inv. (Custom)

Mentre questa è la scansione invertita del negativo!

 

909 Total Views 1 Views Today