Minuteros: Giorgio Cadeddu

Follow on Bloglovin
facebook
Logo Twitter
flickr-logo

Minuteros: Giorgio Cadeddu

Ciao a tutti e grazie di essere qui!
Questo post fa parte della serie dedicata ai “Minuteros”, fotografi che praticano la fotografia ambulante, sia come professione sia come passione.
Tra questi ultimi ci sono anche io, e a questo punto vorrei raccontarvi come sono arrivato a questa nicchia della fotografia.
Tempo fa persi il lavoro, e per cercare di distrarmi dai problemi incombenti occupai la mia mente dedicandomi alla fotografia. Devo ammettere che fu una saggia decisione, perchè il mio sperimentare e provare diverse cose ebbe un effetto positivo per la mia mente.
Infatti, anche spinto da mia figlia, decisi di mettere in rete le mie esperienze fotografiche e ciò che sperimentavo. Nacque così il blog “Fotografismo”, con un primo articolo dedicato alle prove effettuate con una fotocamera Adox Golf; era il 22 luglio del 2012.
Circa un anno dopo mi imbattei per caso in un video di Afghan Camera Project, e rimasi affascinato da questa scatola che permetteva di fotografare e sviluppare in strada. Ero euforico, perchè volevo saperne di più; sentivo che questa era la tecnica che faceva per me, e ne rimasi talmente colpito che passavo ore a cercare quanto più materiale potevo su questa tecnica, anche andando a leggere ogni cosa sulla storia della fotografia e i primi esperimenti con questo tipo di fotocamera.
Verso ottobre 2013 mi dedicai alla progettazione della fotocamera, apportando qualche modifica al progetto originale, e nel frattempo preparai delle prove “in bianco”, termine tecnico che si usa quando si fanno le prove con materiali provvisori. All’inizio del 2014 riuscii a procurarmi l’obiettivo che permetteva di avere un cerchio di immagine di circa 17 centimetri, sufficienti per avere delle fotografie d 10×15 centimetri.
La costruzione poteva partire, anche perchè tutto dipendeva dall’obiettivo utilizzato. Ci lavoravo di continuo, e cercando anche di risolvere il problema dell’approvvigionamento dei materiali necessari, la maggior parte dei quali reinventati per l’uso che mi occorreva.
E fu così che il giorno 8 aprile 2014 feci la mia prima fotografia, e proprio come Joseph Nicèphore Niepce la feci dalla mia terrazza. Devo ammettere che il risultato non fu eccezionale, perchè lavorare fuori dalla camera oscura tradizionale è tutta un’altra cosa, ma per me fu comunque un successo.
Ero riuscito a realizzare ciò che mi ero prefisso, e questo non fece altro che rendermi ancora più positivo. Cominciai tutta una serie di prove, fino a trovare i settaggi della macchina che mi permettevano uno qualità standard in diverse situazioni.
Nel frattempo progettati e costruii anche iol cavalletto, perchè usare un banchetto da lavoro in giro per strada non era il massimo della professionalità. A proposito: decisi di dedicare questa fotocamera alla mia terra, chiamandola “Sardinian Camera”, che oltrettutto è l’unica attualmente operativa in Sardegna, e una delle poche in Italia.
Che altro dire… amo la fotografia ambulante!
Ora vi saluto e vi aspetto presto. Ciao.

IMG_2200 (Custom)

IMG_2201 (Custom)

IMG_2202 (Custom)

IMG_2203 (Custom)

IMG_2204 (Custom)

IMG_2205 (Custom)

IMG_2206 (Custom)

IMG_2207 (Custom)

IMG_2208 (Custom)

IMG_2209 (Custom)

IMG_2210 (Custom)

IMG_2211 (Custom)

IMG_2212 (Custom)

IMG_2213 (Custom)

IMG_2214 (Custom)

IMG_2215 (Custom)

 

IMG_2217 (Custom)

Scan-140409-0001-1 (Custom)

Scan-140409-0001-2 (Custom)

Scan-140409-0002-1 (Custom)

Scan-140409-0002-2 (Custom)

Scan-140409-0003 (Custom)

 

 

111667 Total Views 2 Views Today