Kodak Instamatic 56x

Follow on Bloglovin
facebook
Logo Twitter
flickr-logo
Kodak Instamatic 56x
Ciao a voi tutti!
La linea Instamatic fu lanciata dalla Kodak verso la fine degli anni ’60, e usava come pellicola il caricatore 126; la sua particolarità era quella di adottare la pellicola 35 mm. montata all’interno di un contenitore a tenuta di luce, di forma rettangolare, il quale agevolava l’operazione di carica e scarica dell’apparecchio. La pellicola inoltre aveva i forellini di trascinamento solo nella parte superiore e ogni foro distava circa 3 centimetri uno dall’altro. Questo particolare, oltrettutto ripreso anche da altri costruttori di fotocamere, e unito alla facilità d’uso, ovvero alla mancanza di troppe regolazioni, permise anche a chi era digiuno di tecnica fotografica di scattare delle fotografie. La Kodak Instamatica 56x venne prodotta dal 1972 al 1977 e grazie alla sua semplicità era una delle fotocamere più usate dai giovani di quella generazione.
Le regolazioni erano praticamente inesistenti, avendo messa a fuoco fissa all’infinito, diaframma fisso e tempo di scatto singolo a 1/50sec., focale di 43 mm. e diaframma f 11. Il mirino ottico di tipo gallileiano.
Per usare la fotocamera in interni si usava un particolare flash, denominato “FlashCub”, un flash a cubo dotato di 4 lampadine che ad ogni scatto ruota di 90° consentendo l’utilizzo della lampadina successiva.  
Questa fotocamera realizza foto di formato quadrato con fotogrammi di dimensioni 28x28mm in luogo del classico 24x36mm. Le foto risultanti soffrivano di un’accentuata vignettatura e di una forte saturazione dei colori, particolare molto apprezzata dai cultori Lomografici. Una curiosità: c’è anche chi ha deciso di dedicarsi a ricaricare i rullini 126 con la pellicola 35 mm. Potete trovare il tutorial QUI.
Nel ringraziarvi di seguire fotografismo, vi saluto e vi dò appuntamento prossimamente. Ciao a tutti!
 IMG_5128 IMG_5129 IMG_5130 IMG_5131 IMG_5132 IMG_5133
727 Total Views 1 Views Today