Wet Plate Collodion – Varnish

Follow on Bloglovin
facebook
Logo Twitter
flickr-logo
– Ciao a tutti… dopo una breve assenza eccoci di nuovo qui!
Questo post è in pratica una spiegazione tecnica per dare il “varnish”; in pratica, dopo aver realizzato una “piastra” con la tecnica del collodio umido, bisogna fare in modo che la stessa sia protetta dagli agenti esterni, e la tencica che lo consente è proprio il varnish, ossia una sorta di verniciatura.
Ma si tratta di una vernice particolare, ottenuta con alcool, “sandracca” (è una resina estratta dal Tetraclinis articulata, albero della famiglia delle Cupressaceae originario del Nordafrica;è usata per la preparazione di vernici e lacche, talvolta pura, ma più spesso miscelata ad altri componenti. Aggiunta assieme ad altre resine alla gommalacca diventa un ottimo prodotto per la protezione di mobili e strumenti musicali), e poi olio di aspice (L’essenza d’aspice si ottiene dalla distillazione della lavanda. Ha l’odore di lavanda). Dopo la preparazione, che richiede pazienza, si ottiene il prodotto che andrà steso sulla piatra dopo averla preventivamente riscaldata con un fornellino ad alcool.
Il procedimento qui descritto è un estratto del video che l’amico Gino Mazzanobile ha realizzato e condiviso su youtube per tutti gli appassionati della tecnica del collodio umido.
Ringrazio ancora una volta Gino Mazzanobile per la sua preparazione che condivide con noi tutti, e naturalmente ringrazio tutti voi che seguite questo blog.
A presto ancora su Fotografismo… Ciao!

587 Total Views 1 Views Today