Cutter a taglio parallelo

Follow on Bloglovin
facebook           
-Cutter a taglio parallelo.

Ciao a tutti amici e sostenitori di Fotografismo.
Questa volta si tratta di un articolo che non parla di fotografia, ma di un attrezzo, che per una sua particolarità è quasi indispensabile per una realizzazione legata alla fotografia. Vi stò anticipando qualcosa, però vi lascerò sulle spine. 😉
Vi dico solo che quando si realizza un soffietto per la fotografia, ad un certo punto della realizzazione bisogna effettuare una miriade di tagli perfettamente paralleli su del cartoncino da 300-330 gr. per mq.
Solitamente i tagli vengono eseguiti con un semplice taglierino (Cutter), ma questo oltre a frarci fare il doppio dei tagli, ha lo svantaggio che i tagli di solito non sono perfettamente paralleli.
Per ovviare a questo ci vorrebbe un taglierino con due lame parallele, (cutter a taglio parallelo) regolate in questo caso a 3 mm. di distanza tra loro. Dopo aver fatto diverse ricerche in internet, ho trovato ben poco, e quel poco venduto a prezzi abbastanza alti.


A questo punto, sia per non buttare via dei soldi inutilmente, anche perchè è un attrezzo di uso sporadico, ho optato per l’autocostruzione.
Ho preso una barretta di alluminio avanzata da altre lavorazioni, della misura di 20 x 2 mm. che ho poi tagliato alla lunghezza di circa 20 cm. (che ognuno la farà lunga in base alla propria mano).


Ho comprato delle lame a trapezio comunemente in commercio, e ne ho segnato la sagoma nella barretta in alluminio.
Nella prima versione avevo messo le lame quasi parallele alla barretta, ma da alcune prove ho notato che sarebbe stato meglio inclinare la parte anteriore. Ho praticato due fori da 2,5 mm. nelle due asole superiori della lama, e nei quali ho inserito due viti a passo metrico da 3 mm.
Le stesse serviranno come fermo per le due lame contrapposte, per evitare che le stesse si spostino dalla loro posizione.


Nel foro della lama ho praticato un foro da 6 mm. per inserire un bulloncino da 6 mm. fermato da rondella e dado a galletto.


Il manico è stato rivestito con del nastro autovulcanizzante e in seguito rivestito da un pezzo di guaina termorestingente resinata che ho applicato col termosoffiatore.


Dalle prove effettuate il taglio è perfetto, e misurato col calibro digitale ho constatato che le strisce risultano da 3,01 mm.


Dalle foto si vede tutta la lavorazione, oltretutto più difficile a dirsi che a farsi.
Di come usarlo ne parleremo nei prossimi articoli.
Ciao a tutti.

202 Total Views 2 Views Today
Precedente Costruzione Pressino Successivo Costruire un soffietto - 1