Fotografare con la Redscale

Redscale, ovvero, semplicemente, pellicola rovesciata.
Proprio così, in pratica si tratta di usare una pellicola al contrario, impressionando per prima quella che in pratica era il dorso.
Una pellicola a colori neghativa è composta dai seguenti strati (partendo dalla parte dell’obiettivo):
1) strato sensibile al colore blu;
2) un filtro giallo, per evitare che la luce blu impressioni anche gli altri due strati, verde e rosso;
3) strato sensibile al colore verde;
4) strato sensibile al colore rosso;
5) e per finire, uno strato che fa da antiriflesso, per evitare bagliori e luci spurie di ritorno dal fondo della fotocamera.
In pratica, poichè viene invertita la pellicola, il primo strato che viene colpito dalla luce, è lo strato antiriflesso, e siccome è abbastanza “resistente”, toglierà anche abbastanza luce; si parla di circa due stop, ma varia sempre in base al tipo di pellicola.
Purtroppo, questa indicazione l’ho trovata dopo che avevo già scattato le mie prime foto con la redscale, e capirete il perchè mi sono uscite delle foto sottoesposte (sbagliando si impara).
Subito dopo viene colpito lo strato rosso, e prorpio questo è ciò che dà alle foto la dominante gialla-arancione, tipica della redscale.
Poi la luce incontra lo starto verde, che però ormai è già abbastanza attenuato dallo strato rosso, mentre non troveremo quasi mai colori della gamma del blu, poichè prima dello stesso strato, c’è il filtro giallo che ne impedisce o attenua il passaggio.
Altra cosa importante, è la luce ambiente; con giornate coperte o nuvolose si avrà una dominante di colore rosso-arancione sulle foto, per poi diventare tendente al giallo in giornate serene, mentre diventa imprevedibile il risultato con forte luce ambiente.
Di seguito trovate le foto che ho ottenuto col mio primo rullino redscale, un Lomography Redscale 100, montato sula Lubitel 166B; purtroppo avento esposto a 1/125, è come se avessi avuto un rullino ASA 25.
Per lo sviluppo, poichè viene eseguito in C-41, non vi sono problrmi, ma la stampa vi conviene lasciarla perdere, poichè i laboratori tenderanno a modificare i colori in automatico, con imprevedibili risultati; vi conviene scansionarli come faccio io, magari attrezzzandovi in questo modo.
Altra cosa importante: i rullini Red scale si possono fare anche in casa, e in modo relativamente semplice, soprattutto il 35 mm.
Prossimamente metterò un tutorial che spiega come farli. Ciao a tutti…

Scan-2125 (Custom)

Scan-2126 (Custom)

Scan-2127 (Custom)

Scan-2128 (Custom)

Scan-2129 (Custom)

Scan-2130 (Custom)

Scan-2131 (Custom)

Scan-2132 (Custom)

Scan-2133 (Custom)

Scan-2134 (Custom)

Scan-2135 (Custom)

Scan-2136 (Custom)

725 Total Views 1 Views Today